Novità High Sierra

By Antonio Fiorillo -

MacOS 10.13 (alias High Sierra) è l’ultima versione del sistema operativo di casa Apple. Quello che ora tutti ci chiediamo è: “Ma quali sono le differenze sostanziali con Sierra, che già aveva introdotto numerose novità?”

E’ quello che scopriremo insieme in quest’articolo.

Innanzitutto, vediamo la compatibilità. I Mac compatibili con il nuovo sistema sono:

  • Tutti i MacBook fine 2009 e seguenti;
  • Tutti gli iMac fine 2009 e seguenti;
  • Tutti i MacBook Air dal 2010 in poi;
  • Tutti MacBook Pro dal 2010 in poi;
  • Tutti i Mac mini modello 2010 e seguenti;
  • Tutti i Mac Pro modelli 2010 e seguenti.

Un nuovo filesystem

Si chiama Apple File System (APFS)  e promette prestazioni  migliorate. E’ un’architettura evoluta pensata per le moderne tecnologie di archiviazione, che protegge i dati in caso di interruzioni di corrente e crash del sistema, velocizza operazioni basilari come la copia di file e tiene al sicuro i file con opzioni di crittografia integrate nel filesystem.

Un nuovo Safari

La prima modifica la notiamo nel menu “Safari”: in quest’ultimo ora c’è la voce “Impostazioni per il sito web” che consente di richiamare preferenze specifiche relative a un sito internet che visitiamo spesso. Safari ora supporta WebRTC (Web Real-Time Communication), la tecnologia open source che permette ai browser di effettuare in tempo reale videochiamate. WebRTC è già supportato da Google, Mozilla e Opera ed è sfruttato da applicazioni come Hangouts, Skype e anche da altri servizi meno noti.

App Foto: nuove funzioni

L’app per gestire le foto di serie su Mac con la nuova release offre nuove funzioni e miglioramenti, praticamente in ogni aspetto: modifiche e miglioramenti, integrazione a due vie con le app fotografiche e di ritocco di terze parti, ulteriori effetti e funzioni per Live Photos e per le foto tradizionali, novità per il riconoscimento di soggetti, eventi e ambientazioni, catalogazione automatica e tante altre.

Blocca Schermo

È possibile scegliere rapidamente un altro utente dalla barra dei menu in alto a destra. Per attivare il cambio utente rapido basta andare in Preferenze di Sistema, selezionare “Utenti e Gruppi”, fare click su “Opzioni login” e abilitare l’opzione “Mostra il menu di cambio utente rapido” scegliendo anche come visualizzare gli utenti nella barra dei menu dal menu a comparsa.

Stato dei voli con Spotlight

Vi è ora la possibilità di verificare lo stato di un volo in tempo reale, inserendo il numero del volo in Spotlight. Basta cliccare sull’icona a forma di lente di ingrandimento di Spotlight, in alto a destra nella barra dei menu del Mac, digitare il numero del volo (per esempio AY123) per ottenere in tempo reale informazioni complete di orari di partenza e arrivo, eventuali ritardi, gate, terminal e perfino una mappa del tragitto aereo.

Sfruttare schede video esterne

Altra novità “invisibile”  è il supporto ufficiale di Apple per le eGPU, schede video esterne collegabili al computer usando i box Thunderbolt.

Ultimo a 32bit

Cupertino precisa che macOS High Sierra sarà l’ultima versione del sistema operativo Mac a supportare le app a 32 bit. Questo significa che la versione successiva di macOS del 2018 potrà ancora eseguire le app a 32 bit ma solo con un calo delle prestazioni o riduzione delle funzionalità.

Con questa release Apple ha introdotto certamente importanti novità, ma personalmente credo che per effettuare la transizione sia opportuno aspettare un altro pò. Nel frattempo godiamoci ancora Sierra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *